I percorsi didattici del Museo del Bijou possono essere adattati alle diverse età dei giovani visitatori: gli insegnanti interessati concorderanno con gli operatori didattici le migliori modalità di attuazione, in base al percorso di studi e alle conoscenze che si intendono far approfondire. Il costo di ogni incontro è di € 4,00 ad alunno; la durata è di circa 2 ore. E’ necessaria la prenotazione, almeno 10 giorni prima della data richiesta, contattando lo 0375 284424 o scrivendo a info@museodelbijou.it. 

Regali per tutti! – Natale, Pasqua, Festa della Mamma o del Papà: ogni occasione è buona per creare con le proprie mani il regalino giusto, con materiali di riciclo o il filo metallico, perline o carta, stoffa o plastica… Ogni oggetto viene poi elegantemente confezionato, pronto per essere donato in famiglia, con l’orgoglio del “fai-da-te”. (Infanzia e Primaria)

Lo zoo del museo – Sulla scorta della mostra (in corso dal 19 ottobre 2019 al 16 febbraio 2020) dedicata all’artista Lea Stein e delle numerose spille zoomorfe del museo, i bambini realizzeranno animali-bijoux con materiali plastici. I monili potranno diventare protagonisti di fantastiche storie da inventare insieme. A disposizione degli insegnanti una ricca bibliografia presso la vicina Biblioteca Civica. (Infanzia e Primaria)

Con le mani nel sacco – L’osservazione degli oggetti esposti nelle vetrine viene abbinata ad un’esperienza tattile di riconoscimento e classificazione di vari oggetti d’ornamento personale, cogliendo fra loro analogie e differenze in base a criteri assegnati o da individuare. (Infanzia e primo ciclo Primaria)

Bingo Bijou – Momento ludico intorno a una grande tombola visuale magnetica che consente di osservare e descrivere dettagliatamente alcuni oggetti d’ornamento e di rinforzare quanto appreso durante la visita al Museo. (Infanzia e primo ciclo Primaria)

Insolite perline – Percorso laboratoriale per i più piccoli, che sono invitati a realizzare semplici oggetti d’ornamento infilando elementi del tutto insoliti per forma e materiali. Viene stimolato l’esercizio della manualità fine del bambino, lasciando alla sua fantasia la scelta nell’accostamento di colori ed elementi. (Infanzia e primo ciclo Primaria)

Un tesoro tutto matto – Sulla scorta di indizi e misteri, attraverso una vera caccia al tesoro, i giovani “pirati” in visita a Casalmaggiore scoprono il museo, le sue vetrine, il suo patrimonio: le sale vengono esplorate al buio, agendo su effetti di sorpresa e stupore, fino ad arrivare al rinvenimento della Cassa dell’Oro Matto. Merenda, filastrocche e gadget pirateschi completano il percorso. (Infanzia e primo ciclo Primaria)

ArcheoBijoux – Anche gli uomini primitivi usavano ornarsi con monili e gioielli: mostrandone esempi ed illustrandone i materiali principali, il laboratorio si pone come valido supporto didattico per lo studio del Neolitico, con approfondimenti sulle tecnologie e gli strumenti e con la creazione di un personale archeobijou con conchiglie, pelli e pietre. (secondo ciclo Primaria)

Bijoux fra le piramidi – Non l’oro delle tombe dei faraoni, ma il rame costituisce il principale supporto di questo laboratorio, che partendo da un’analisi iconografica del simbolismo egizio e da un approfondimento su strumenti e materiali, giunge alla creazione di un oggetto personale con la tecnica dello sbalzo. (secondo ciclo Primaria)

ArcheoBijoux – Anche gli uomini primitivi usavano ornarsi con monili e gioielli: mostrandone esempi ed illustrandone i materiali principali, il laboratorio si pone come valido supporto didattico per lo studio del Neolitico, con approfondimenti sulle tecnologie e gli strumenti e con la creazione di un personale archeobijou con conchiglie, pelli e pietre. (secondo ciclo Primaria)

Bijoux fra le piramidi – Non l’oro delle tombe dei faraoni, ma il rame costituisce il principale supporto di questo laboratorio, che partendo da un’analisi iconografica del simbolismo egizio e da un approfondimento su strumenti e materiali, giunge alla creazione di un oggetto personale con la tecnica dello sbalzo. (secondo ciclo Primaria)

Metalli & C. – Attraverso i vari sensi si esplora il mondo dei materiali e in particolare dei metalli, sperimentandone le principali proprietà e individuandoli negli oggetti del quotidiano e in quelli del museo. (Primaria e Secondaria di primo grado)

Gioielli alternativi – Il senso ecologico si può acquisire anche creando bijoux: partendo dall’osservazione degli oggetti presenti nelle collezioni del museo, il percorso permette di conoscere origine, caratteristiche e utilizzi della plastica o della carta e di imparare facili tecniche per riciclarle creativamente. (Primaria e Secondaria di primo grado)

La meccanica: un gioco da ragazzi :) – Come funziona il moto? Quali ingranaggi ci sono dentro gli oggetti di uso quotidiano? Macchinari, manovelle, ruote dentate guideranno bambini e ragazzi alla comprensione del funzionamento di una semplice macchina in movimento. (secondo ciclo Primaria e Secondaria di primo grado)

Museo: che storia! – Il materiale dell’archivio del museo permette agli studenti un contatto diretto con documenti, fotografie, testimonianze orali del lavoro in fabbrica e della nascita del museo. L’approccio con le fonti (schedatura, descrizione, classificazione e conservazione degli oggetti…) li renderà consapevoli del mestiere dello Storico. (secondo ciclo Primaria e Secondaria di primo grado)

All’inizio era un filo – Si utilizzano le gestualità fino-motorie nella deformazione plastica del metallo. Gradualmente e con l’introduzione all’uso di strumenti di misurazione e semplici attrezzi, lo studente riesce a dar forma al filo realizzando un piccolo oggetto personale. (secondo ciclo Primaria e Secondaria di primo grado)

Una macchina del tempo – Calati nel ruolo di impiegati della fabbrica, i giovani visitatori sperimentano le tecnologie di un ufficio degli anni Trenta, confrontandole con quelle di oggi: dal telefono a manovella al cellulare, dalla macchina da scrivere al PC, dall’addizionatrice ai calcolatori, il percorso offre un efficace e piacevole sguardo d’insieme sull’evoluzione tecnologica dell’ultimo secolo. (secondo ciclo Primaria e Secondaria di primo grado)

Plastic free… free your mind! – Sulla scorta della mostra (in corso dal 19 ottobre 2019 al 16 febbraio 2020) dedicata all’artista Lea Stein, i ragazzi saranno stimolati a lavorare in modo fantasioso sfruttando materiali plastici contemporanei per la realizzazione di originali spille e ciondoli. (secondo ciclo Primaria e Secondaria di primo grado)

Il sacro indosso – Percorso tematico dedicato ad approfondire, all’interno delle collezioni, il tema dell’oggettistica devozionale. Oltre che sul piano strettamente religioso, il tema è interessante da vari punti di vista: estetico, antropologico ed interculturale. Prevale l’iconografia cattolica, ma non mancano esempi di oggetti creati per l’esportazione nel mondo islamico, per l’ebraismo, per i cristiani di altre confessioni. (secondo ciclo Primaria e Secondaria di primo grado)

Dal baule al set – Abbigliamento, accessori e consumi voluttuari si sono trasformati nel corso del Novecento: per toccare con mano tali trasformazioni, individuandone cause ed effetti storici e sociali, è possibile allestire all’interno del museo un vero e proprio set fotografico attrezzato ed organizzare un’insolita sfilata. (Secondaria di primo grado)

Ridefinire il Bijou – Dopo aver ammirato il patrimonio del museo, gli alunni sceglieranno tra i tanti il “loro” monile, per ricrearlo in chiave contemporanea. L’attività è strutturata su due incontri: il primo di visita e progettazione, il secondo dedicato alla realizzazione del bijou da loro reinventato. (Secondaria di primo grado)