Italia – Giappone: gioielli contemporanei in dialogo. E’ Stupor mundi

22 nov, 2016   //   by Museo del Bijou   //   Eventi  //  2 Commenti

(testo redatto con la collaborazione di Silvia Valenti)
Il progetto, frutto di anni di lavoro tra i direttivi di AGC (Associazione Gioiello Contemporaneo) e JJDA (Japan Jewellery Designers Association), lega due realtà apparentemente lontane – la giapponese e l’italiana – attraverso l’arte e il gioiello contemporaneo.
40 autori italiani (membri di AGC) e 40 autori giapponesi (membri di JJDA) sono stati selezionati e gemellati per produrre due pezzi ciascuno che si ispirassero alla cultura del proprio collega straniero.
Gli autori si sono conosciuti, confrontati e si sono scambiati immagini d’arte della nazione di provenienza. Dopo i necessari approfondimenti, si è avviato il processo creativo che è culminato in una serie di eventi espositivi tra Italia e Giappone: la mostra è già stata ospitata a Tokyo, Kofu, Livorno, Cisano di San Felice del Benaco e Padova.
Ora raggiunge il Museo del Bijou di Casalmaggiore, ultima tappa di un percorso che ha riscontrato ovunque consensi unanimi. Al termine di questa mostra (15 gennaio 2017) gli artisti partecipanti doneranno al partner uno dei due oggetti creati, a sottolineare l’ideale intrecciarsi di un intimo legame.
I gioielli che trovano posto nella Sala Zaffanella del Museo del Bijou si ispirano all’arte classica e a quella rinascimentale, allo spazialismo, all’architettura antica e moderna fino ad arrivare alle più interessanti espressioni culturali legate al teatro giapponese e alla vita quotidiana. Spunti rielaborati dai maestri orafi in chiave contemporanea, in cui si mescolano struttura, sperimentazione e i materiali più vari.

La mostra è corredata dalla esposizione COSMOS, della artista milanese Cosetta Bertoni: le sue creazioni danno un’ulteriore chiave di lettura agli ornamenti nelle teche, includendoci in un onirico viaggio nello zen del Mondo e nel cuore della Terra-Madre.

Intanto a Cremona, la socia AGC Patrizia Bonati ha organizzato una collaterale che, diffusa fra diversi punti culturali della città, espone altre opere degli artisti partecipanti a Dialoghi: 14 + 15 Designer del gioiello contemporaneo.

La mostra Dialoghi Italia – Giappone fa parte della rassegna #Stupor mundi, organizzata dal Comune di Casalmaggiore: coinvolge, nelle varie iniziative dedicate al Giappone per l’anno 2016, tutte le strutture culturali della città, dal teatro alla biblioteca, dal Museo Diotti al Museo del Bijou…

Inaugurazione: sabato 26 novembre 2016, ore 16.00

LA MOSTRA E’ PROROGATA FINO AL 27 GENNAIO 2017

La notizia della mostra su OglioPoNews, Preziosa Magazine, sul sito della Città di Padova, sul blog StoriedellArte, su Golcondarte, sul blog di Emanuela Pirrè A glittering woman
Il programma completo di Stupor mundi nel sito di Giapponeinitalia

2 Commenti

  • Cara Letizia, sono onorata.
    Così come mi ha onorata partecipare ad un progetto tanto complesso e dalle valenze fortemente interculturali. Ormai io penso al Giappone come ad una patria spirituale. Lì ho lasciato il cuore portandomi a casa l’amicizia di persone meravigliose e ricordi che tanto contano.
    Gli eventi nel tuo bel Museo del Bijoux saranno di grande impatto, non ho dubbi!
    Un grande in bocca al lupo a te e a Patrizia Bonati, anche se so che non ne avete bisogno.
    A prestissimo.
    Silvia

    • Museo del Bijou

      Grazie, Silvia! <3
      Proroghiamo la mostra fino al 27 gennaio: se hai voglia, modo e tempo… :)
      A presto, baci!
      Lety

Lascia un commento

La storia attraverso i bijoux

Un museo assolutamente unico in Italia: oltre 20mila pezzi fra anelli, collane, bracciali, orecchini, dalla fine dell'800 al 1970. Un bijou di museo per appassionati di vintage e amanti del bello. Ma anche laboratori didattici e professionali per creare con il gusto e i materiali di oggi.

Archivio eventi

Categorie

Associazione Amici del Bijou

Attiva dal 1986 e fondata da Francesco Zaffanella, a questa associazione si deve l'idea del museo e gran parte del lavoro iniziale di raccolta e catalogazione del materiale. I suoi membri collaborano alla realizzazione di eventi ed iniziative. Dal 2011 è presieduta da Paolo Zani.